Logo OIP
Forum & Faq OIP Shipping Cost E-commerce
Non ci sono prodotti in carrello
Home - News - Tracking- Prodotti Biologici - Senza Glutine o Lattosio
Spese di spedizione gratuite oltre i 150 euro ( Tabella completa spese spedizione ) .

GLI ULTIMI POST

Mentre cammini lungo le strade o in un parco durante gli ultimi giorni di Ottobre è facile che ti possa ritrovare immerso in un paesaggio che va dal giallo, all'arancione fino al marroncino a causa del manto di foglie cadute. Questi colori ci ricordano che l'autunno è la stagione ideale per la Zucca Mantovana, indiscutibilmente la varietà migliore tra quelle Italiane. Le sue origini in Italia risalgono a diversi secoli fa, quando venne importata dall'Asia e dal nuovo mondo. Solitamente la zucca è famosa per i fantastici ripieni dei tortelli, ma oggi vi daremo una ricetta differente: Mezze maniche cacio e pepe con crema di zucca e capocollo croccante. Ingredienti:Mezze maniche Mancini, Zucca Mantovana, Ossocollo - Salumificio Lovison, Aloise - Olio Extra Vergine d'oliva Puliese Agriè, Pecorino Sardo con caglio vegetale - Dolce di cardo stagionato 6 mesi - Azienda Agricola Mureddu Aru, Sale marino di Trapani integrale grosso, pepe nero. Per prima cosa tagliare la zucca in pezzi e metterla in forno per 20 minuti. Quando la polpa sarà morbida rimuoverla dalla buccia e metterla in un mixer aggiustando di sale ed unire un goccio di olio evo. Calare le mezze maniche in acqua salata bollente per metà del tempo indicato sulla confezione. Nel frattempo tagliare l'ossocollo in piccoli pezzi e farlo saltare in padella con un filo d'olio finché croccante. A metà cottura scolare la pasta conservando l'acqua di cottura, finire la cottura in una padella dove prima è stato tostato del pepe aggiungendo l'acqua di cottura poco a poco. Quando sarà pronta mantecare con il pecorino grattugiato e pepe nero a fuoco spento. Prendere un piatto fondo, mettere la crema di zucca sul fondo, quindi la pasta ed in fine l'ossocollo croccante con un'ultima spolverata di pepe.
Fotografia caricata da OIP
Oggi vi andremo a presentare uno dei più grandi classici della cucina del Nord Italia: sua maestà il Risotto alla Milanese. la leggenda narra che la nascita di questo piatto risalga al 1574. Infatti era stato creato durante un banchetto nuziale quasi come una sorta di scherzo dovuto alla passione del padre della sposa, un famoso pittore di origine Fiamminga, per il colore giallo. Ma sorprendentemente tutti gli ospiti finirono per innamorarsi di questa insolita combinazione. Ora vi daremo la nostra personale ricetta. Ingredienti: Riso Carnaroli Principato di Lucedio, Zafferano di San Gimignano - IL Vecchio Maneggio, osso buco di vitello, Burro - Az. Agricola Frascio, vino bianco, brodo di carne (in questo caso abbiamo usato quello ottenuto dal bollito cucinato il girono precedente), Parmigiano Reggiano DOP, farina, Sale Marino Fine Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande Per prima cosa tritare della cipolla bianca e metterla in padella con del burro, quando sarà dorata aggiungere gli ossibuchi e farli rosolare da entrambi i lati. Successivamente sfumare con del vino bianco alzando la fiamma per far evaporare l'alcol finché non sarà ridotto, quindi aggiungere del brodo di carne e cuocere per un'ora e mezza circa. Porre della cipolla tritata e del burro in una pentola a soffriggere, aggiungere il riso per farlo tostare per 1\2 minuti. Bagnare con il brodo di carne e far cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Unire lo zafferano solo verso la fine. Mantecare con del burro e parmigiano, infine prendere un piatto fondo, porre il riso alla base appiattendolo ed in cima un ossobuco.
Fotografia caricata da OIP
La Mortadella è il salume Emiliano per eccellenza, dotato di un caratteristico e deciso sapore, solitamente realizzato con parti povere del maiale. A differenza della media Mortadella Favola - Palmieri è ricavata usando solo la spalla di maiali 100% Italiani, nutriti con mangimi naturali, selezionando carni provenienti da allevamenti interni ai circuiti DOP di Parma e San Daniele e senza glutine. Mortadella Favola è anche l'unica che viene insaccata e cotta in cotenna di maiale naturale, usando i forni a pietra ancora attivi dalla fondazione dell'azienda nel 1961. Personalmente crediamo che il miglior modo per gustare questo incredibile affettato sia uno ed uno solo: pane caldo Pane Biologico di tipo Pugliese cotto in forno a legna - "Forneria Astori", Mortadella Favola - Palmieri ed un tocco finale di Pesto di Pistacchi - Azienda Agricola Biologica Adamo.
Fotografia caricata da OIP
Con l'avvento dell'autunno non sono solo le foglie a cadere dagli alberi, anche le Castagne "Marroni" atterrano al suolo. Le castagne non sono solo un alleato versatile nelle ricette culinarie (), ma anche un alimento salutare grazie al loro alto contenuto di fosforo, ferro e potassio. Inoltre sono anche una buona fonte di Vitamine come la Vitamina C,E,K e B, sostanze utili per il benessere del metabolismo. In Italia il modo tradizionale in cui gustare le castagne sono le "Caldarroste", sarebbe a dire arrostendole per farle acquisire una nota affumicata incredibilmente piacevole in contrasto alla naturale dolcezza di questa varietà di castagna.
Fotografia caricata da OIP
L'antipasto è la portata ideale per stimolare la fantasia in cucina e provare diversi sapori durante lo stesso pasto, dai salumi e carne al pesce crudo e verdure. Oggi vi daremo un buon consiglio per preparare un antipasto gustoso, fresco e anche salutare: tartare di gamberi con salsa guacamole e pane carasau. Ingredienti:gamberi freschi, avocado, lime, Cipolle rosse di Tropea / Cipolle di Montoro (secondo stagionalità) o Aglio Rosso di Nubia, Olio Extravergine di Oliva Bio - Adamo, Sale marino integrale fino, pepe nero, zucchine, Pane Carasau. Pulire i gamberi rimuovendo gli intestini, successivamente tagliarli in piccoli pezzi. Mettere alcuni pezzi dei gamberi tra 2 fogli di carta forno e con l'aiuto di un batticarne appiattirli, quindi riporre le tartare nel freezer finché non verranno servite. Per la salsa all'avocado l'ideale è scegliere un frutto abbastanza maturo (quindi più molle), sbuccciarlo e mettere la polpa nel mixer con del succo di lime, cipolla o aglio (meno) tritati, olio EVO, sale e pepe. Tagliare le zucchine a cubetti e farle saltare in padella con dell'olio e condire con del pepe nero. Infine togliere la tartare dal freezer ponendola in un piatto piano, posizionare le zucchine ed il pane carasau sopra la tartare e guarnire con la salsa all'avocado accanto.
Fotografia caricata da OIP
Ogni nazione ha la sua ricetta tradizionale per il pranzo della Domenica. Poiché l'Italia possiede una grande varietà di origini e storie culinarie, oggi vi daremo la ricetta tradizionale del pranzo domenicale siciliani: Anellini alla 'Ncasciata, un piatto le cui origini risalgono al regno Arabo in Sicilia nel IX Secolo. Ingredienti: Anellini - Pastificio Campo, Passata di pomodoro Pugliese - Masseria Dauna, Macinato Di Fassona Piemontese - Macelleria Mastra Alebardi, melanzane, Parmigiano Reggiano DOP, Aglio Rosso di Nubia, Cipolle rosse di Tropea / Cipolle di Montoro (secondo stagionalità), Olio Extravergine di Oliva Bio - Adamo, Sale Marino Grosso Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande, pepe nero. Per prima cosa cuocere gli anellini in acqua bollente salata per 3 minuti in meno di quanto scritto sulla confezione. Successivamente far soffriggere uno spicchio d'aglio e della cipolla tritata fine in padella, quindi aggiungere la salsa e far andare per 2\3 minuti. Fare delle polpette con carne trita, sale, pepe, prezzemolo e friggerle. Tagliare le melanzane a spicchi e friggerle. Amalgamare tutti gli ingredienti e metterli in una teglia, spargere del parmigiano reggiano e del pan grattato per ottenere una gratinatura croccante. Infine cuocere in forno a 180 gradi per 30 minuti e servire ben caldi.
Fotografia caricata da OIP
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
47
48
49
50
51
52
53
54
55
56
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70
71
72
73
74
75
76
77
78
79
80
81

OIP S.R.L.
La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo.

MAGAZZINO
Via Nicolò Copernico 5/7
25020 Flero ( BS )
Italy
C.F./P.IVA 03443730985 - REA: BS 534780
Capitale Sociale Euro 80.400,00 Interamente versato

RECAPITI E ASSISTENZA
Tel.: +39.0303581121
Email: info@soloprodottiitaliani.it
PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it
Forum: Domande degli utenti

PAGINE UTILI
CONDIZIONI DI VENDITA
GDPR & COOKIE

Privacy Policy
Cookie Policy

Lingue/Languages
Lingue/Languates project OIP

Visitatori del giorno: 5783


ECOMMERCE CERTIFICATO
ECOMMERCE CERTIFICATE

E-Commerce Certificato

PAGINE CIFRATE HTTPS
ENCRYPTED HTTPS PAGES

I installed a Let's Encrypt certificate on our website

PAGAMENTI SICURI
SECURE PAYMENT METHODS

Secure Payments
Pay with PayPal

CORRIERI SPECIALIZZATI
COURIER SPECIALIZED

Currier for OIP