Logo OIP
Forum & Faq OIP Shipping Cost E-commerce
Non ci sono prodotti in carrello
Home - News - Tracking- Prodotti Biologici - Senza Glutine o Lattosio
Spese di spedizione gratuite oltre i 150 euro ( Tabella completa spese spedizione ) .

MASSERIA DELLO SBIRRO

Presentazione Masseria dello Sbirro

Prodotti collegati a Masseria dello Sbirro

Post inerenti Masseria dello Sbirro

I grappoli di Pomodorino del Piennolo del Vesuvio D.o.p. - Masseria dello Sbirro sembrano proprio fatti apposta per essere un addobbo natalizio, non trovate? Direttamente dalle pendici del Vesuvio, sono un prodotto unico al mondo, grazie alla buccia spessa che ne prolunga la conservazione fino a sei mesi dalla raccolta. Nonostante nel corso del tempo la buccia possa sembrare appassire, il gusto in realtà ne guadagna sempre più in intensità e dolcezza. Queste peculiarità del pomodorino sono dovute al terreno di formazione vulcanica, che ne ha favorito lo sviluppo in questa direzione, di conseguenza rendendo anche la coltivazione a basso impatto ambientale per il bisogno di poca acqua. Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP non va mangiato a crudo in un’insalata, bensì scottato ed inserito in primi piatti, come ingrediente in una pizza o in ricette che ne risaltino la versatilità.
Fotografia caricata da OIP
La nuova annata di Pomodorino del Piennolo Vesuvio DOP - Masseria dello Sbirro ha appena raggiunto il nostro magazzino, pronta per raggiungere la vostre cucine. Ciò che rende davvero speciali è il terreno vulcanico dove crescono, che conferisce non solo una particolare acidità ai pomodorini, ma ha anche dotato questa varietà di una buccia molto spessa, in questo modo possono conservarsi naturalmente fino a sei mesi. Dato la resistenza della buccia, questo pomodoro deve essere cucinato, perciò è l'ideale in un piatto di pasta ed in molte altre ricette della tradizione Partenopea.
Fotografia caricata da OIP
Se volete una salsa di pomodoro differente, dal sapore caratteristico Passata di Pomodorino del - Piennolo del Vesuvio D.o.p. - Lattina è ciò che fa per voi. Il prodotto è al 100% composto da pomodorini del piennolo D.O.P. (presto anche verso il riconoscimento della certificazione biologica), ovvero una varietà che cresce esclusivamente all'interno del parco naturale del Vesuvio, che vengono coltivati, raccolti e trasformati dall'azienda agricola Masseria dello Sbirro artigianalmente. Grazie alla composizione unica ed inimitabile del terreno, i pomodori del piennolo sono dotati di buccia spessa, grazie alla quale hanno un tempo di conservazione fino a 6 mesi, ed una spiccata acidità con un retrogusto amarognolo. Queste peculiarità gustative rendono la salsa che ne deriva perfetta per la realizzazioni di piatti tradizionali come pasta al pomodoro, pasta alla norma ma anche per la pizza.
Fotografia caricata da OIP
Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio D.o.p. - Masseria dello Sbirro è tornato disponibile da ieri, ma cosa rende questo piccolo pomodoro così speciale e diverso dalle altre varietà? Scopriamolo insieme! L'origine e la storia di questo prodotto sono antiche e testimoniate da diverse fonti letterarie. Una delle più autorevoli prove si trova nel libro "Degli ortaggi e la loro coltivazione preso la città di Napoli" pubblicato nel 1858 dallo scrittore Achille Bruni, nel quale l'autore scrive a proposito di questi pomodorini dal sapore molto intenso che si conservano fino alla primavera, a condizione che vengano legati in grappoli ed appesi per rimanere sospesi in aria. L'area di produzione del Pomodorino del Piennolo DOP include l'intero complesso vulcanico del Vesuvio, dalle appendici del vulcano fino quasi al livello del mare. Le caratteristiche del prodotto per rientrare nel disciplinare D.O.P sono: la tipica forma ovale che finisce con una punta, ma è la buccia ciò che lo differenzia maggiormente dalle altre varietà. Infatti dal momento che è molto più spessa della media, questo permette al pomodoro di conservarsi molto più a lungo, anche come conseguenza di un periodo di maturazione lungo che porta ad una maggior resistenza. Dato lo spessore della buccia questo pomodorino deve essere cucinato, perciò è l'ideale in un piatto di pasta ed in mole altre ricette Partenopee.
Fotografia caricata da OIP

News riguardanti Masseria dello Sbirro



Masseria dello Sbirro -  Nuovamente Disponibile il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio
Il “Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP” è uno dei prodotti più antichi e tipici dell’agricoltura campana.Prodotto fresco, privo di conservanti, ottenuto dalla lavorazione a mano tipica dell’area vesuviana. Le peculiarità del “Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP” sono la elevata consistenza della buccia, la forza di attaccatura al peduncolo, l’alta concentrazione di zuccheri, acidi e altri solidi solubili che lo rendono un prodotto a lunga conservazione durante la quale nessuna delle sue qualità organolettiche subisce alterazioni. Tali peculiarità sono profondamente legate ai fattori pedoclimatici tipici dell’area geografica in cui il pomodorino è coltivato dove i suoli, di origine vulcanica, sono costituiti da materiale piroclastico originato dagli eventi eruttivi del complesso vulcanico Somma-Vesuvio. continua ....

- 18/09/2017 -



Pomodorino del Piennolo D.o.p. Masseria dello Sbirro
Il pomodorino del “ piennolo” del Vesuvio deriva il suo nome dalla particolare tecnica adoperata per conservarlo nei mesi invernali. Il sistema consiste, infatti, nell’intrecciare le “schiocche”, ossia grappoli di pomodorini, intorno ad uno spago di fibra vegetale, legato ad anello, ottenedo così il “piennolo”. Si avrà, così, la possibilità, durante l’inverno, di staccare i pomodori da consumare. I pomodori si coltivano nelle aree incluse nei terreni facenti parte del Parco Nazionale del Vesuvio, di natura, quindi, vulcanica, prevalentemente sabbiosi, poveri di sostanza organica, acqua ed azoto, ma ricchi di potassio. Ciò, unito all’altitudine sul livello del mare, compresa tra i 150 ed i 450 metri, a cui vengono coltivati, e quindi, alle elevate escursioni termiche tra giorno e notte, garantisce l’inspessimento della buccia e la capacità di conservarsi a lungo mantenendo le bacche turgide. La coltivazione inizia con la semina in semenzaio nel mese di febbraio ed il successivo trapianto a mano, in campo nei mesi di marzo ed aprile. Successivamente seguono le fasi di, rincalzatura, cimatura, diserbo, legatura delle piante a paletti di sostegno e raccolta, eseguite rigorosamente a mano sia per la particolare tecnica colturale, sia per la disposizione tormentata dei terreni di coltura. Tutto ciò porta ad una produzione particolarmente limitata, con rese pari a 100/120 q.li ad ettaro, ma con caratteristiche organolettiche di particolare unicità.continua....

- 11/09/2014 -

Domande su Masseria dello Sbirro

OIP S.R.L.
La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo.

MAGAZZINO
Via Nicolò Copernico 5/7
25020 Flero ( BS )
Italy
C.F./P.IVA 03443730985 - REA: BS 534780
Capitale Sociale Euro 80.400,00 Interamente versato

RECAPITI E ASSISTENZA
Tel.: +39.0303581121
Email: info@soloprodottiitaliani.it
PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it
Forum: Domande degli utenti

PAGINE UTILI
CONDIZIONI DI VENDITA
GDPR & COOKIE

Privacy Policy
Cookie Policy

Lingue/Languages
Lingue/Languates project OIP

Visitatori del giorno: 1895


ECOMMERCE CERTIFICATO
ECOMMERCE CERTIFICATE

E-Commerce Certificato

PAGINE CIFRATE HTTPS
ENCRYPTED HTTPS PAGES

I installed a Let's Encrypt certificate on our website

PAGAMENTI SICURI
SECURE PAYMENT METHODS

Secure Payments
Pay with PayPal

CORRIERI SPECIALIZZATI
COURIER SPECIALIZED

Currier for OIP