Logo OIP
Forum & Faq OIP Shipping Cost E-commerce
Non ci sono prodotti in carrello
Home - News - Tracking- Prodotti Biologici - Senza Glutine o Lattosio
Spese di spedizione gratuite oltre i 150 euro ( Tabella completa spese spedizione ) .

News




 Frantoio Cutrera Nuovo Frescolio 2016
Anche quest'anno Frescolio sarà sulle vostre tavole, Frescolio l'olio extra vergine di oliva Fresco di Frantoio. 22 - 09 - 2016 - Frantoio Cutrera: ''E anche quest'anno siamo partiti. Già da qualche ora si sente nell'aria l'inconfondibile, intenso e fresco profumo dell'olio appena prodotto e da stasera saranno pronte le prime bottiglie di Frescolio, il nostro olio Novello Fresco di frantoio. Siamo pronti per condividere con voi le sensazioni a cui siamo abituati da secoli, il sapore e l'aroma di una fetta di pane, di un buon piatto caldo di legumi, di una fragrante pizza, di un' insalata o quant'altro il vostro gusto preferisce, conditi con il nostro Frescolio novello''

- 29/09/2016 -



Vini Comincioli  Diamante:    Menzione Decanter – 85 punti
L’azienda si trova a Puegnago, in Valtenesi, sulla sponda occidentale del Lago di Garda, la splendida Riviera del Garda Bresciano. Dal 1553, con ben 13 generazioni, la famiglia Comincioli si dedica alla terra (quindi all’olio e al vino). Gianfranco, attuale “timoniere” coadiuvato dai figli Andrea e Roberto, ha avuto il merito di aver spinto, attraverso studi e sperimentazioni, a un livello eccellente anche i vini (solo da uve autoctone). Entusiasmante il Riviera del Garda Bresciano Chiaretto “Diamante”, da uve groppello (80%) e barbera con piccole dosi di sangiovese e marzemino. Ha colore rosato brillante, al naso è potente la nota fruttata che ricorda l’amarena col suo nocciolo ammandorlato. In bocca colpisce l’ingresso morbido, la pienezza del sorso, la rotondità. Premi e Riconoscimenti MENZIONE DECANTER 2016 – 85 PUNTI MENZIONE DECANTER 2015 MEDAGLIA D’ARGENTO AWC VIENNA 2015 MEDAGLIA D’ARGENTO AWC VIENNA 2014 TOP 100 WINES – PAPILLON 2010 MEDAGLIA DI BRONZO VINITALY 2009 GRAN MENZIONE VINITALY: 2011 / 2008

- 28/09/2016 -



Sua Eccellenza Italia. La storia del Salumificio Lovison racconta la qualità dei prodotti ma soprattuto la dedizione di chi ogni giorno esige solo il meglio.
Ancora oggi, dopo quattro generazioni il Salumificio Lovison , continua ad essere sinonimo di salumi nell'intera regione e ormai su tutto il territorio nazionale. Centodieci anni di tradizione e passione. Così si può riassumere la storia dell'azienda Lovison, che negli anni si è impegnata per garantire sempre un prodotto di prima qualità. Di cosa si tratta? Salsicce, salami, salami a punta di coltello, soppresse e lardo stagionato; ottenuti da maiali pesanti, seguendo l'antica tradizione friulana ma con tecnologia e regole igieniche odierne. Attualmente il salumificio lavora circa duecento maiali alla settimana ed è l'unica azienda di grandi capacità, che ha mantenuto il controllo sull'intera filiera. C'è un allevamento che lavora solo per loro e con l'allevatore decidono la genetica e l'alimentazione fatta di soli cereali OGM free. Inoltre la macellazione avviene nelle prime ore della giornata in modo tale da garantire la lavorazione della carne a caldo, come si faceva una volta, senza dover congelare le carni. La lavorazione a caldo consegna un prodotto fresco, dagli aromi più complessi e con un impasto più omogeneo. Poi questi impasti vengono inseriti in budelli naturali che vengono legati a mano. Eccellenti i salami e le soppresse, che a differenza dei primi vengono fatti solo con la coscia e la parte grassa del maiale (la pancetta). Una chicca dell'azienda Lovison è anche il salame a punta di coltello, fatto con costa di maiale disossata e tagliata a mano, mentre il prodotto più conosciuto è il loro musetto: in apparenza un cotechino, ma in realtà un insaccato, risultato di un'attenta selezione delle carni delle guance, il grasso della gola e la cotenna. Un ottimo insaccato e con un favoloso rapporto qualità prezzo, tipico e rustico nell'aspetto, al naso e al palato. Il salumificio Lovison è riuscito a mantenere le tradizioni di una volta senza rinunciare all'ausilio delle nuove tecnologie. Questo perché la tecnologia può arrivare fino a un certo punto poi, per raggiungere l'eccellenza, deve necessariamente intervenire l'uomo, che rimane e rimarrà sempre l'artefice di tutto: dalla scelta delle carni alla calibratura delle spezie utilizzate, scelte per abbinarsi al meglio proprio con quel tipo di maiale, alimentato in un determinato modo. Una continua calibraa di sapori e di saperi: nulla qui viene lasciato al caso perché gli insaccati sono prodotti vivi e, con il passare del tempo, cambiano la loro consistenza e i loro aromi. L'arte del norcino sta nell'interagire con questo prodotto vivo, prevenendo eventuali difetti ed esaltando gli indiscutibili pregi.

- 28/09/2016 -



Origano Siciliano a Mazzetti Nuovo Raccolto
Profumatissimo e ricco di sapore, l'Origano di Sicilia, coltivato, raccolto, essiccato , racchiude tutta l'essenza della terra, del sole, dell'aria e del mare che rendono quest'isola così particolare ed unica. Origano puro al 100% Taglio e raccolta dei rami della pianta nel periodo di aprile/maggio nel pieno della fioritura, raggiunto il grado ottimale di essiccatura ,il tempo di esposizione al sole dipende dalla stagione. Oltre a non contenere nessun conservante, colorante l’origano siciliano ha profumo intenso, unico, dovuto principalmente , dalla particolarità dell’aria salmastra. E’ una delle spezie più utilizzate nella cucina mediterranea e in infusione ha importanti proprietà antinfiammatorie.

- 25/09/2016 -



Forno Astori utilizza farine  e antichi grani biologici  «l'industria molitoria con le sue farine e i suoi preparati sta uccidendo la conoscenza dei fornai e la voglia di fare il pane».
Produce pane, dolci, pizze, biscotti con farine e materie prime di origine biologica. Il suo obiettivo è la ricerca e la rivalutazione di vecchie varietà di grani ormai in via di estinzione, in modo da fare riscoprire alimenti dai sapori antichi. Parallelamente si occupa di rielaborare antiche ricette, con una scelta di ingredienti adatti a rispondere al crescente problema delle intolleranze alimentari. I Molini da cui acquistano le farine usano metodi di macinazione naturale, per le farine bianche usano un impianto di laminatoi con otto passaggi, che non riscaldano la farina e danno una resa del cereale bassa, a vantaggio della qualità. Per la macinazione delle farine integrali usano macine in pietra naturale italiana di grande diametro e a lenta rotazione. Tutti i grani sono garantiti per provenienza e qualità, non sono manipolati geneticamente e provengono da agricoltura biologica. La lavorazione dei prodotti da forno avviene artigianalmente, poiché l’uso delle varietà delle farine antiche di grani, non consente di utilizzare tecniche moderne di panificazione, che avviene invece tramite processi di lievitazione con pasta madre acida e lavorazioni manuali. Fin dal 2005 il Panificio si è dotato di un forno a legna, che permette una cottura migliore e fa acquistare ai prodotti un sapore più intenso.

Cosa C’è Nel Pane Che Mangiamo- Reportage Shock... di webtoday
- 22/09/2016 -



POMODORO CILIEGINO  DI PACHINO: NON SOLO E' BUONO,  MA FA  ANCHE BENE
Il Pomodoro di Pachino è oramai da molti anni apprezzato dai consumatori italiani ed esteri per le sue specifiche caratteristiche qualitative. Pachino (provincia di Siracusa) è situato nella estrema punta meridionale della Sicilia orientale, in questa area piuttosto ristretta si verifica un mix di fattori (terreno, luce, temperatura, qualità delle acque di irrigazione) che si ripercuotono positivamente sul prodotto, rendendolo più saporito, più resistente, più attraente, profumato e consistente. Il sapore e la sapidità della polpa, nonché la sua consistenza, il colore intenso, la croccantezza e la lucentezza della buccia sono sicuramente la qualità principale che ne ha decretato il successo. La sua lunga durata dopo la raccolta lo rende particolarmente prezioso, dato che riesce a resistere ai lunghi percorsi . Anche l’elevata quantità di antiossidanti va attribuita al territorio di produzione. Qui infatti l’esposizione prolungata delle piante ai raggi del sole sembra essere all’origine della sintesi del licopene, un antiossidante che recenti studi hanno stabilito avere importanti proprietà.

- 20/09/2016 -



Fontina Dop  è Valle d’Aosta.
La Fontina DOP è un formaggio a denominazione di origine protetta Valdostano, prodotto ad ogni mungitura e stagionato almeno 3 mesi. La sua produzione è regolamentata da un rigido disciplinare che la definisce: “un formaggio grasso a pasta semicotta, fabbricato con latte intero di vacca appartenente alla razza valdostana (pezzata rossa, pezzata nera, castana), proveniente da una sola mungitura”. Mangiare fontina è come bere il latte, ma senza lattosio, infatti la delicata tecnologia di caseificazione mantiene inalterate tutte le qualità nutrizionali del latte (vitamine comprese). • 42% acqua • 28% tal quale grasso (47% s.s.) • 30% acidi grassi insaturi • 58% acidi grassi saturi • Le nostre mucche mangiano prevalentemente foraggi , freschi o affienati, sono vietati gli insilati. Questo determina che la percentuale di grassi presenti nel latte sia formata da acidi grassi a corta/media catena ovvero quelli che non si trasformano in colesterolo nel sangue.

- 18/09/2016 -



 L'alta cucina stellata di Carlo Cracco ha interpretato la rara qualità dei prodotti del salumificio Lovison di Spilimbergo (Pn).
L’arte antica di produrre insaccati di puro suino, utilizzando carni freschissime. Una delle caratteristiche è la lavorazione della carne “a caldo”, per un impasto più omogeneo. Fondamentali, nella filosofia Lovison, sono la filiera e la cura del maiale: «Friulani, allevati e macellati secondo le tradizioni in allevamenti che selezioniamo attentamente e che devono trovarsi a non più di 20 chilometri di distanza. Attenzione alla genetica e all’alimentazione, 365 giorni all’anno. Dieta esclusivamente a base di cereali e vegetali senza ogm. Le specialità del salumificio Lovison musetto, sopressa, salami e salsicce sono fiore all'occhiello tra le specialità del Friuli Venezia Giulia. Carlo Cracco ne ha esaltato la qualità in una cena a tema, cucinando i ravioli di musetto Lovison con mostarda di verdure, il musetto Lovison in insalata con raperonzoli e il musetto Lovison in cassoeula.

- 15/09/2016 -



Masseria Dauna è una realtà pugliese che coltiva pomodoro e olive sui Monti Dauni, fra Puglia e Basilicata: dalla conservazione del pomdoro nascono passate, pomodori conservati al naturale e sughi di qualità eccellente.
Masseria Dauna nasce dal desiderio delle sorelle Pozzuto di riscoprire e preservare i sapori e le tradizioni pugliesi di un tempo. Fondata tra le colline dei Monti Dauni nel 2001, l’azienda agricola si impegna a mantenere vive le coltivazioni tipiche della Puglia: quella del pomodoro e delle olive. Fedele ad una filosofia che asseconda i cicli della natura e delle stagioni. Raccolti solo a giusta maturazione, i pomodori di Masseria Dauna vengono lavorati seguendo le ricette originali della tradizione, con ingredienti naturali e totalmente privi di conservanti, così da mantenere il gusto autentico, dolce e intenso del pomodoro. Tra le conserve potete gustare la passata, pomodori pelati e interi al naturale, la spaccatella, e sughi pronti ai peperoni, melanzane o cipolla.

- 14/09/2016 -



La Rossa di Tropea
Tropea, la cittadina pittoresca calabra a strapiombo su un mare limpidissimo, offre la sua cipolla rinomatissima per il gusto delicato e dolce e soprattutto per la sua digeribilità, non fa piangere Facilmente digeribile, "La rossa di Tropea" è il nome dato alla cipolla rossa. La forma è rotonda od ovoidale, il sapore è dolce, leggero e raffinato, ed è rimasto immutato fin dai tempi dei navigatori fenici. Coltivata tra Nicotera, in provincia di Vibo Valentia, e Campora San Giovanni, nel comune di Amantea, in provincia di Cosenza, lungo la fascia tirrenica e prevalentemente prodotta tra Briatico e Capo Vaticano nel comune di Ricadi dove le particolari sostanze contenute nei suoli di questa zona la rendono dolce e non amara. Ideale per soffritti, insalata mista di pomodori freschi, olive e origano. Può essere l’ingrediente principe di molte golosità, tra cui addirittura marmellata, da utilizzare soprattutto, per insaporire i sughi. La crostata di cipolle è un piatto caratteristico della zona di Tropea. I bulbi di calibro inferiore sono ottimi per la preparazione dei sottaceti.

- 13/09/2016 -



Medici Ermete Re dei vini italiani nel mondo; il Lambrusco
L'azienda Medici che da un secolo produce un Lambrusco d'eccellenza e vini di qualità. Tutto comincia con Remigio, il capostipite, che verso la fine dell'Ottocento fonda una cantina per valorizzare i vigneti di famiglia, ubicati fra la via Emilia e i primi rilievi della valle dell'Enza. Le province di Reggio Emilia e Modena sono il tempio del Lambrusco. Questa è una terra da vino, che dà grandi soddisfazioni a chi la conosce e sa lavorarla con amore. Per il settimo anno consecutivo, prima e unica azienda reggiana ad aver ottenuto il prestigioso riconoscimento, il lambrusco Concerto firmato Medici Ermete è stato premiato con i Tre Bicchieri dalla guida Gambero Rosso. Con una produzione annuale di circa 150mila bottiglie, il lambrusco della Medici Ermete è oggi presente in alcuni dei locali ed enoteche più prestigiosi al mondo, dagli stellati Michelin al londinese Harrods. Risale esattamente a un anno fa la ricorrenza del suo ventennale di produzione.

- 06/09/2016 -



La regina delle zucche italiana viene da Mantova!
La regina delle zucche italiana viene da Mantova, utilizzata per i famosi ripieni dei tortelli con i semi da non gettare assolutamente… ma da far seccare e poi gustare una volta passati in forno! Il suo sapore dolce e delicato rende la zucca particolarmente adatta a preparare ogni tipo di portata, dall'antipasto al dolce. Fritta o cotta al forno, al vapore oppure alla brace, gli usi che se ne possono fare sono innumerevoli. Se i fiori possono essere fritti in pastella, i semi, una volta tostati e salati, si trasformano in ottimi aperitivi. Nella provincia Mantovana sono numerose le ricette tradizionali in cui la zucca risulta protagonista. Per preparale, la varietà più indicata è la Cappello de Prete con la quale si possono realizzare ottimi risotti, gnocchi e, naturalmente, i tortelli il piatto a base di zucca più tipico ed antico della gastronomia mantovana che un tempo veniva servito in occasione delle Feste più importanti perchè considerato di buon auspicio. E' praticamente impossibile non identificare la zucca con Mantova. Il territorio della provincia lombarda è, infatti, una delle aree di maggiore produzione E' difficile datare con precisione l'inizio della sua diffusione nel Mantovano, ma quel che è certo è che non ci è voluto molto perchè si facesse apprezzare per la sua versatilità in cucina, per il suo sapore delicato ma inconfondibile e per la sua facilità di coltivazione. Le zucche, infatti, non necessitano di particolare concimazione e sono resistenti alla siccità, alle malattie e agli insetti.

- 02/09/2016 -


OIP S.R.L.
La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo.

MAGAZZINO
Via Nicolò Copernico 5/7
25020 Flero ( BS )
Italy
C.F./P.IVA 03443730985 - REA: BS 534780
Capitale Sociale Euro 80.400,00 Interamente versato

RECAPITI E ASSISTENZA
Tel.: +39.0303581121
Email: info@soloprodottiitaliani.it
PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it
Forum: Domande degli utenti

PAGINE UTILI
CONDIZIONI DI VENDITA
GDPR & COOKIE

Privacy Policy
Cookie Policy

Lingue/Languages
Lingue/Languates project OIP

Visitatori del giorno: 6045

3.234.214.113

ECOMMERCE CERTIFICATO
ECOMMERCE CERTIFICATE

E-Commerce Certificato

PAGINE CIFRATE HTTPS
ENCRYPTED HTTPS PAGES

I installed a Let's Encrypt certificate on our website

PAGAMENTI SICURI
SECURE PAYMENT METHODS

Secure Payments
Pay with PayPal

CORRIERI SPECIALIZZATI
COURIER SPECIALIZED

Currier for OIP