Ricevi offerte esclusive su WhatsApp.
Invia il tuo nominativo Clicca qui!

Logo OIP
Forum & Faq OIP Shipping Cost E-commerce
Non ci sono prodotti in carrello
Home - News - Prodotti Biologici - Senza Glutine o Lattosio
Spese di spedizione gratuite oltre i 150 euro ( Tabella completa spese spedizione ) .

BIRRA OI

Presentazione Birra OI

Prodotti collegati a Birra OI


Birra OI

Birra OI

Aggiungi al carrello
Birra OI - 0,75 L.
12.20 €
Birra OI - Magnum
25.00 €
Birra OI - 0,75 L. - Pallet 120 Bottiglie (SOLO PER BAR)
1440.00 €

Post inerenti Birra OI

Se avete mai visitato l'Italia centrale è impossibile non vi siate mai imbattuti in negozi o stand culinari mobili che vendessero dei magnifici panini con porchetta. È difficile stabilire di preciso l'anno esatto della nascita di questo prodotto, ma sicuramente è stato inventato prima dell'alba del regno dei Romani. Questa ricetta ha raggiunto la sua massima a espressione ad Ariccia, un piccolo paese in provincia di Roma, che oggigiorno, grazie a questa eccellenza gastronomica, si è ritagliato un posto importante nelle più famose guide culinarie. Quello che caratterizza principalmente la Porchetta di Ariccia IGP è l'incredibile croccantezza che acquisisce la cotenna grazie ad un preciso metodo di cottura. Le carni usate provengono esclusivamente da maiali nati, allevati e macellati in Italia e sono perfettamente bilanciate in un rapporto 70-30% nella proporziona tra magro e grasso. Nel condimento vengono usati prodotti solamente coltivati italiani come aglio, rosmarino e semi di finocchietto, infine buon sale e pepe a volontà per condire. Tutti i produttori di Ariccia concorderebbero nel ritenere che il miglior modo per apprezzare questo prodotto è un semplice panino, in questo caso "less is more". Quindi vi daremo la nostra personale versione: panino con Porchetta di Ariccia IGP, rucola e maionese fatta in casa. Per prima cosa far tostare 2 fette di Pane Biologico di tipo Pugliese cotto in forno a legna - "Forneria Astori". Nel frattempo mettere 2 uova in un mixer, accenderlo e versare olio si semi a filo, quando la maionese sarà moneta aggiungere del succo di limone Limoni Siciliani Di Ribera - Az. Agricola Guarragi# e salare (e in caso vi piaccia aggiungere un tocco di senape). Mettere la maionese sulla fetta inferiore del panino, quindi la rucola ed infine abbondante porchetta. Con questo panino consigliamo di bere una birra dal carattere deciso come Birra OI.
Fotografia caricata da OIP
OIP
03/11/2017 16:20:56
Negli ultimi anni si sono moltiplicati i produttori di birra artigianale in tutta la penisola, poiché le birre industriali, soggette a filtraggio e pastorizzazione, non conservano tutti gli aromi e sapori naturali della birra. L'Italia è una nazione in cui la qualità dell'acqua è ad un ottimo livello, quindi, partendo dal presupposto che la birra è 90% acqua, la birra Italiana parte da un ottima base. Il territorio italiano storicamente non è stato dedicato alla produzione di birra, poiché si è sempre concentrata maggiormente sul settore vinicolo. Coltivazioni come quella dell'orzo, del luppolo e la produzione di lieviti sono mai state sviluppate, di conseguenza la quasi totalità dei produttori importa le materie prime dall'estero. Il progetto OI è quello di realizzare una birra al 100% Italiana ed artigianale. L'inizio è stato molto difficile, i fornitori infatti insistevano che sarebbe stato impossibile coltivare un orzo di qualità ma soprattutto un buon luppolo in Italia. Ma, dopo 3 anni di esperimenti ed analisi territoriali, sono stati selezionati 3 luppoli ed un orzo (Orzo Primaverile Varietà Prestige, Concerto) perfetti per la realizzazione di una birra agricola. La birra è stata chiamata OI poiché questa sigla è la parola in dialetto che indica il fiume Oglio, nel cui parco vengono coltivate le materie prime che danno origine a questa birra; inoltre OI sta anche per Orzo Italiano ed Origine Italiana. Il risultato è una birra armoniosa, genuina, di assoluta qualità. Per lasciarla il più pura possibile ed esaltarne gli aromi, non viene filtrata, né pastorizzata, allo sguardo, colpirà il colore ambrato del sole al tramonto; al naso, un profumo fragrante di malto tostato; al palato, un gusto fresco ed elegante, con una nota amara perfettamente bilanciata. Birra OI: ispirata alle nostre tradizioni, prodotta con tecnologie evolute, dedicata agli amanti del ‘buon gusto’ italiano.
Fotografia caricata da OIP
OIP
10/07/2017 13:03:58
Birra Oi, come un tempo si chiamava il fiume Oglio nel cui parco agricolo viene coltivato l’orzo dal quale si ottiene questa birra unica: armoniosa, naturale, di assoluta qualità. Birra Agricola Italiana
Fotografia caricata da OIP
OIP
06/03/2017 23:09:07

News riguardanti Birra OI

Birra Agricola Italiana - Orzo e luppolo in riva all’Oglio per dare vita alla Birra Oi

Birra Agricola Italiana - Orzo e luppolo in riva allÂ’Oglio per dare vita alla Birra Oi
A Urago d’Oglio l’azienda di Marco Berta e Stefano Camilucci che produce ventimila litri l’anno.
URAGO D’OGLIO - Birra agricola del territorio, con orzo e luppolo coltivati nei campi dell’azienda Bertaintorno alla Cascina Giardino, ad Urago d’Oglio. Frutto dell’impegno di due giovani, Marco Berta e Stefano Camilucci, amici da vent’anni. Un matrimonio simbolico fra la pianura dei cereali e la Franciacorta dei vigneti, visto che Camilucci è titolare dell’azienda La Valle, sei ettari e 50mila bottiglie l’anno di bollicine a Rodengo Saiano. La birra si chiama «Oi»: come Orzo italiano e come Oglio in dialetto. A marcare proprio il legame del prodotto con la terra di origine, richiamato pure dal logo sulle bottiglie: le due lettere sottolineate da uno sbaffo che evoca lo scorrere dell’Oglio. La Cascina Giardino, del resto, si trova a poche decine di metri dal fiume, lungo la ciclabile che collega Urago e Rudiano, con vista sui viadotti di Brebemi e della Tav. L’export. Ventimila i litri prodotti all’anno dalla società B&C di via Maglio ad Urago (vedi www.birraoi.it), e messi in vendita soprattutto nei ristoranti italiani. «Con un promettente sviluppo all’estero: siamo presenti in Svizzera, Inghilterra e Hong Kong», dicono Camilucci e Berta. La prima bionda etichettata Oi è stata stappata nel 2013. Viene commercializzata insieme al Franciacorta dell’azienda La Valle. L’idea iniziale, spiegano i due soci, era di mettere a frutto le reciproche passioni per le attività agricole di famiglia, puntando però su un nuovo prodotto. «L’Italia - dicono - ha una grossa prospettiva di crescita nella produzione della birra. In pochi anni i nostri birrifici hanno ottenuto buoni risultati. Abbiamo un’ottima acqua di fonte, ma siamo ancora deficitari nelle materie prime fondamentali, luppolo e orzo». Vengono importati dall’estero, Germania soprattutto. Berta e Camilucci hanno da subito voluto puntare all’autosufficienza. Non solo: «Ci proponiamo già come fornitori di materia prima per altri birrifici». Due gli ettari dell’azienda Berta destinati alla coltivazione dell’orzo per birra. Inoltre, da poco è stata impiantata una nuova «gabbia» per la crescita del luppolo. Fra meno di un mese il raccolto per una «Oi» alcento percento del territorio. Per ora c’è un solo tipo di luppolo (da cui dipendono aroma e amaro della birra), l’obiettivo è allargare la scelta. Due i formati disponibili delle bottiglie: da 0,75 e da un litro e mezzo, il magnum, «come il Franciacorta» sottolinea Camilucci. Nei ristoranti la 0,75 si vende a 15 euro. Soddisfatti. «Siamo soddisfatti, il mercato risponde bene, è un business che può funzionare», concordano i due soci. Per Marco Berta, in particolare, si è trattato di scegliere un’attività economica nuova, sostitutiva, scommettendo sul domani. Anni fa, accanto all’aziendaagricola,funzionava anche l’allevamento di bovini e suini. Dismesso. «La mia famiglia, con papà Mario, è qui da mezzo secolo ed ha sempre fatto cerealicoltura», racconta Marco. «Abbiamo pensato di diversificare, assecondando le tendenze delmomento. Da qui l’idea dellabirra Oi». L’orzo viene inviato ad Ancona, al Cobi, l’unico Consorzio italiano dell’orzo e della birra. È formato dagli agricoltori che conferiscono la materia prima: fra loro, appunto, la B&C. Il Cobi prepara il malto, che poi viene affidato ai birrifici per la produzione vera e propria. Berta e Camilucci hanno un sogno: poter fare da sé anche questa parte di lavorazione. Ma questo è il futuro.
ARTICOLO- 31/08/2016 - http://www.prodottiesaporiregionali.it/ ( Network O.I.P. )

Domande su Birra OI

OIP S.R.L.

La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo.
MAGAZZINO DI SPEDIZIONE: Via Nicolò Copernico 5/7 - 25020 Flero ( BS )
C.F./P.IVA/Reg. Impr. Brescia: 03443730985 - REA: BS 534780 - Capitale Sociale Euro 80.400,00 Interamente versato

Tel.: +39.0303581121
Email: info@soloprodottiitaliani.it - PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it

Il Progetto Condizioni di vendita Recesso resi e rimborsi 

Lingue/Languages
Lingue/Languates project OIP

Visitatori del giorno: 5843

GDPR & COOKIE
Sito conferme alle direttive del DGPR e su privacy policies e cookie.
Site in compliance with the directives of the GDPR and on privacy and cookies.

Italiano
Privacy Policy
Cookie Policy
German
Privacy Policy
Cookie Policy
English
Privacy Policy
Cookie Policy
Spanish
Privacy Policy
Cookie Policy
French
Privacy Policy
Cookie Policy

ECOMMERCE CERTIFICATO
ECOMMERCE CERTIFICATE

E-Commerce Certificato

PAGINE CIFRATE HTTPS
ENCRYPTED HTTPS PAGES

I installed a Let's Encrypt certificate on our website
I installed a Let's Encrypt certificate on our website.

PAGAMENTI SICURI
SECURE PAYMENT METHODS

Secure Payments
Pay with PayPal

CORRIERI SPECIALIZZATI
COURIER SPECIALIZED

Currier for OIP