Logo OIP
Forum & Faq OIP Shipping Cost E-commerce
Non ci sono prodotti in carrello
Home - News - Tracking- Prodotti Biologici - Senza Glutine o Lattosio
Spese di spedizione gratuite oltre i 150 euro ( Tabella completa spese spedizione ) .

CUCINA

Presentazione cucina

Prodotti collegati a cucina


AGLIO NERO

AGLIO NERO

Aggiungi al carrello
Aglio Nero 2 bulbi 80gr. circa
15.52 €

Pizzoccheri della  Valtellina - Arconatura

Pizzoccheri della Valtellina - Arconatura

Aggiungi al carrello
Pizzoccheri Valtellina sacchetto - 500 gr.
4.04 €

Post inerenti cucina

Spezie e aromi sono un alleato formidabile in cucina, ed è sempre bene, per quanto possibile, averne il più freschi possibile. Dal canto nostro cerchiamo di favorire questo aspetto fornendo la possibilità di acquistare sul nostro sito piantine in vaso Orto Mio coltivate in Italia in provincia di Forlì, comode e pratiche, a misura di qualsiasi abitazione. Come nel caso del peperoncino rosso di Calabria, varietà proveniente dalla regione per eccellenza del gusto piccante italiano, una di quelle spezie che rendono a meglio quanto più fresche. Grazie all’utilizzo direttamente successivo alla raccolta, i sapori rimangono più intensi, inoltre le piantine Orto Mio come Peperoncino Piccante - Piantina in vaso - Orto mio Calabrese diavolicchio Italico sono anche delle ottime decorazioni per la casa.
Fotografia caricata da OIP
La scamorza affumicata è uno tra i formaggi italiani più consumati, grazie alla sua gustosa nota fumé si è conquistata un posto d’onore tra le tavole e le ricette della cucina Italiana. Naturalmente, come ogni realtà produttiva campana che si rispetti, anche il Caseificio Artigianale Esposito ha tra le sue specialità questo rinomato prodotto, con il nome tipico locale di Cacetti di Agerola Latte vaccino da allevamenti locali certificati, una breve stagionatura ed affumicatura finale, pochi e semplici passaggi che, grazie all’abilità manuale dei mastri caseari, regalano un risultato di alta qualità, sano e gustoso.
Fotografia caricata da OIP
Gli amanti della cucina, del cibo, quello autentico, di qualità, sano ed eticamente sostenibile avranno sicuramente già sentito ed assaggiato Acquerello - Riso Carnaroli. Una storia che nasce nel 1400, da una semplice ostello per viandanti a Colombara, in provincia di Vercelli, un territorio da sempre vocato alla coltivazione di riso. Cosa rende il riso acquerello unico? I fattori principali sono tre: la lavorazione ad elica, un metodo complesso ma poco invasivo, che consente la perfetta pulizia del chicco conservando allo stesso tempo l’integrità di ogni chicco. L’invecchiamento di un anno di questo riso italiano in silos aiuta la stabilizzazione degli amidi, così che non si disperdano in cottura aumentando l’assorbimento del condimento. Infine, ma fondamentale, la reintegrazione della gemma, ovvero la parte con i migliori nutrienti, che normalmente viene separata dal chicco. Acquerello, grazie ad anni di ricerca, ha trovato un metodo con cui reintegrarla, ottenendo il gusto del riso carnaroli unito al valore nutrizionale del riso integrale.
Fotografia caricata da OIP
Oggi parleremo di un prodotto spesso mal visto dal punto di vista nutrizionale, ma sempre presente nelle tavole di tutto il mondo, il sale. Non tutti i sali sono uguali, ce ne sono di molto raffinati che certamente hanno un costo molto basso, ma un’incidenza negativa sulla nostra salute, mentre alcuni grazie a processi che avvengono in modo naturale sono dotati di ottime proprietà, senza il bisogno di lavorazioni artificiali come il lavaggio, essiccazione e aggiunte di additivi chimici. Ed è quest’ultimo il caso del Cuor di Sale, il Sale Marino Integrale della salina di Trapani, sistema di vasche a cielo aperto di auto sostentamento, con una storia millenaria, tutt’ora funzionante ed eco-sostenibile. Il Cuor di sale, essendo un integrale, contiene magnesio e potassio “vivi”, sali inorganici molto più preziosi di molti venduti nelle farmacie, ma soprattutto lo iodio vivo, il quale agisce favorevolmente sulla tiroide non presentando i problemi dello iodio morto (quello inserito artificialmente come accade nei sali iodati). Salando di più rispetto al normale sale da cucina, serviranno minori quantità di sale per condire a vantaggio della salute, inoltre il packaging è studiato per non lasciare sfuggire gli elementi positivi del sale, notoriamente volatili e fotosensibili. Disponibile in formato Sale Marino Grosso Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande e Sale Marino Fino Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande
Fotografia caricata da OIP
In cucina è importante non solo la qualità dell’ingrediente principale del piatto, ma anche quella di tutti gli altri elementi che lo accompagnano e lo insaporiscono. Sono proprio questi ultimi ad essere il leitmotiv di quasi tutte le ricette, di conseguenza la loro scelta dovrà essere a maggior ragione accurata. Oggi, a riguardo, vi presentiamo l’aglio rosso di Nubia e l’Origano Siciliano a Mazzetti - Az. Agr. Balducco Fulgatore, dell’azienda Agricola Siciliana Balducco Fulgatore, realtà eco-sostenibile che segue tecniche rispettose dell’ambiente. Il primo è un presidio slow food, noto sia per l’aroma delicato e poco invasivo, che per le eccezionali proprietà organolettiche; il secondo è invece del tutto simile ad un bouquet, dotato di un aroma intenso grazie alla lenta e naturale essiccazione sotto il Sole della Sicilia. Pochi elementi ad un prezzo più che abbordabile che daranno una svolta alla tua cucina, oltre ad essere anche elementi decorativi di ottimo gusto rustico.
Fotografia caricata da OIP
Alcuni potrebbero definirlo un azzardo, dal canto nostro possiamo dirvi che è un piatto concepito seguendo un’equilibrio creato dai contrasti gustativi degli ingredienti: La rana pescatrice all’Amatriciana. Con la giusta materia prima la creatività viene esaltata: pesce fresco di giornata accompagnato dai pluripremiati Pomodori San Marzano Dop - Agrigenus, Guanciale La Cinta di Guido di Cinta Senese del nostro amico e piccolo produttore artigianale La Cinta di Guido, Pecorino romano DOP ed infine una fetta tostata di pane biologico di farro. Il risultato è un'esplosione di sapori, possibile grazie alla reinterpretazione di un classico della cucina tradizionale nostrana ed il corretto uso dei migliori prodotti italiani.
Fotografia caricata da OIP
A volte dimentichiamo come spezie o erbe aromatiche possano esaltare i profumi ed il gusto di una ricetta, dando un tocco in più che le renda perfettamente equilibrate. La scelta di questi ingredienti deve quindi essere oculata e consapevole, come nel caso dell’Origano Siciliano a Mazzetti - Az. Agr. Balducco Fulgatore, direttamente dai campi della Sicilia, dove viene essiccato naturalmente dal sole che avvolge l’isola durante tutto l’anno. L’origano è raccolto manualmente e separato in mazzi, in modo tale che non solo conservi totalmente la sua intensa aromaticità dovuta al microclima ed all’aria marina, ma che sia allo stesso una perfetta decorazione per la vostra cucina. Ideale a fine cottura nelle ricette mediterranee sia di carne che di pesce come aroma e sulla pizza. Origano Siciliano.
Fotografia caricata da OIP
La nuova annata di Pomodorino del Piennolo Vesuvio DOP - Masseria dello Sbirro ha appena raggiunto il nostro magazzino, pronta per raggiungere la vostre cucine. Ciò che rende davvero speciali è il terreno vulcanico dove crescono, che conferisce non solo una particolare acidità ai pomodorini, ma ha anche dotato questa varietà di una buccia molto spessa, in questo modo possono conservarsi naturalmente fino a sei mesi. Dato la resistenza della buccia, questo pomodoro deve essere cucinato, perciò è l'ideale in un piatto di pasta ed in molte altre ricette della tradizione Partenopea.
Fotografia caricata da OIP
La stracciatella è un formaggio fresco della tradizione Pugliese nato in origine dai residui della lavorazione della mozzarella, nel corso del tempo è diventata un'autentica specialità gastronomica grazie al suo sapore delicato ed alla cremosità. Stracciatella fiordilatte pugliese - Caseificio Voglia di Latte viene spedita esclusivamente ogni lunedì e mercoledì, prodotta la sera precedente dal caseificio Pugliese voglia di latte per garantirne la massima freschezza. È naturalmente ottima se mangiata al naturale o con degli affettati, ma è anche un alleato eclettico in cucina per le tue ricette. Ad esempio in uno spaghetto Pasta Bossolasco con sugo di Pomodori Ciliegino di Pachino ed un aggiunta di 'Nduja di Suino Nero - Consorzio Nero di Calabria al fine di creare contrasto con la dolcezza della stracciatella, infine Olive verdi Siciliane Nocellara del Belice schiacciate condite - Az. Agricola Melia# denocciolate come guarnizione.
Fotografia caricata da OIP
Quando si parla di cucina italiana il risotto non può mancare all’appello. Un piatto gustoso, d’impatto e allo stesso momento sostanzioso, ma che riserva diverse insidie nella preparazione, quali sono dunque i segreti per un buon risotto? Alla base c'è sicuramente la scelta di buona materia prima, quindi il riso che deve essere un Carnaroli, che va tostato al punto giusto prima di essere coperto dal brodo ed infine la mantecatura con burro direttamente dal freezer, così che il forte shock termico faccia montare il risotto e gli dia la giusta cremosità. Per il risotto alle vongole in foto abbiamo utilizzato Riso Carnaroli Principato di Lucedio direttamente dalle più antiche risaie Piemontesi, vongole veraci fresche del Mediterraneo, il Burro - Beppino Occelli noto nel mondo della gastronomia mondiale per la sua qualità ed infine i Pistacchi di Sicilia crudi e sgusciati - Azienda Agricola Fastuchera tritati e tostati come guarnizione.
Fotografia caricata da OIP
Con l'arrivo della bella stagione abbiamo riaperto la vendita delle piantine in vaso orto mio. Dalle verdure alle erbe aromatiche, è possibile curare il proprio orto personale anche senza bisogno di grandi spazi. Coltivare ed usare prodotti propri non è solo una certezza sulla loro qualità, ma anche una grande soddisfazione che ripaga del tempo dedicato ed il lavoro, un valore aggiunto alla vostra cucina, alla vostra casa ed alla vostra vita.
Fotografia caricata da OIP
Per chi, in alcune occasioni, non ha tempo, la pizza surgelata può essere una soluzione comoda. Anche se spesso, la qualità dei prodotti in commercio non risulta affatto buona. Abbiamo selezionato per voi PIZZA MARGHERITA - M.E.G.I.C. PIZZA. Una pizza sigillata in atmosfera modificata (ATM), quindi non surgelata, che preserva grazie a questo di conservazione, tutte le proprietà gustative e nutrizionali, come se fosse stata appena fatta senza l'uso di alcun conservante. Gli ingredienti sono di buona qualità, dalla farina di semola tipo 0, al pomodoro e alla mozzarella fior di latte (non sempre usata anche all'interno delle pizzerie) 100% Italiani. Si conserva fino a 20 giorni in frigorifero e volendo può anche essere surgelata per conservarsi ancora più a lungo. Per cucinarla è sufficiente preriscaldare il forno alla temperatura di 250°C e appoggiare la pizza direttamente sulla griglia. Successivamente portare la temperatura del forno a 220°C,cuocere per 6 o 8 minuti a seconda che si desideri una pizza morbida o più croccante. In alternativa è possibile cuocere in padella per 8 o 10 minuti.
Fotografia caricata da OIP
Quando arriva il freddo la cucina italiana non si fa mai trovare impreparata, soprattutto la tradizione del Nord Italia. Oggi vi presentiamo il piatto tipico della città della nostra azienda, Brescia, ovvero lo "spiedo bresciano". Forse questa ricetta non è famosa in tutto il mondo ancora, ma vi possiamo assicurare che è una vera delizia quando cucinata nel giusto modo, usando carni e prodotti genuini. Questo piatto è essenzialmente una selezione di diverse varietà di carne (rigorosamente italiana) cucinata su spiedi che ruotano all'interno di uno specifico macchinario e cotta alla brace. Ingredienti: Lonza o coppa suina arrotolata, per i cosiddetti “mombolini”; cosce, petto o ali di pollo; Coniglio; Uccellini (verificare quali siano le specie proibite o meno); Burro - Az. Agricola Frascio; Sale marino integrale fino; Lardo di Cinta Senese - La Cinta di Guido. Posizionare i diversi pezzi di carne sugli spiedi alterandoli con delle fette di lardo. Cuocere per 5 ore continuando a versare il burro fuso sulla carne (posizionare un pentolino sotto l'apposito foro da cui esce il burro e una volta raccolto versarlo nuovamente ripetendo). Il risultato sarà una carne incredibilmente tenera e gustosa servita con polenta, l'ideale per un pranzo della domenica invernale. Abbinamento Vino: Groppello Garda Classico D.O.P. BIO organic - Podere Dei Folli.
Fotografia caricata da OIP
Oggi vi andremo a presentare uno dei più grandi classici della cucina del Nord Italia: sua maestà il Risotto alla Milanese. la leggenda narra che la nascita di questo piatto risalga al 1574. Infatti era stato creato durante un banchetto nuziale quasi come una sorta di scherzo dovuto alla passione del padre della sposa, un famoso pittore di origine Fiamminga, per il colore giallo. Ma sorprendentemente tutti gli ospiti finirono per innamorarsi di questa insolita combinazione. Ora vi daremo la nostra personale ricetta. Ingredienti: Riso Carnaroli Principato di Lucedio, Zafferano di San Gimignano - IL Vecchio Maneggio, osso buco di vitello, Burro - Az. Agricola Frascio, vino bianco, brodo di carne (in questo caso abbiamo usato quello ottenuto dal bollito cucinato il girono precedente), Parmigiano Reggiano DOP, farina, Sale Marino Fine Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande Per prima cosa tritare della cipolla bianca e metterla in padella con del burro, quando sarà dorata aggiungere gli ossibuchi e farli rosolare da entrambi i lati. Successivamente sfumare con del vino bianco alzando la fiamma per far evaporare l'alcol finché non sarà ridotto, quindi aggiungere del brodo di carne e cuocere per un'ora e mezza circa. Porre della cipolla tritata e del burro in una pentola a soffriggere, aggiungere il riso per farlo tostare per 1\2 minuti. Bagnare con il brodo di carne e far cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Unire lo zafferano solo verso la fine. Mantecare con del burro e parmigiano, infine prendere un piatto fondo, porre il riso alla base appiattendolo ed in cima un ossobuco.
Fotografia caricata da OIP
L'antipasto è la portata ideale per stimolare la fantasia in cucina e provare diversi sapori durante lo stesso pasto, dai salumi e carne al pesce crudo e verdure. Oggi vi daremo un buon consiglio per preparare un antipasto gustoso, fresco e anche salutare: tartare di gamberi con salsa guacamole e pane carasau. Ingredienti:gamberi freschi, avocado, lime, Cipolle rosse di Tropea / Cipolle di Montoro (secondo stagionalità) o Aglio Rosso di Nubia, Olio Extravergine di Oliva Bio - Adamo, Sale marino integrale fino, pepe nero, zucchine, Pane Carasau. Pulire i gamberi rimuovendo gli intestini, successivamente tagliarli in piccoli pezzi. Mettere alcuni pezzi dei gamberi tra 2 fogli di carta forno e con l'aiuto di un batticarne appiattirli, quindi riporre le tartare nel freezer finché non verranno servite. Per la salsa all'avocado l'ideale è scegliere un frutto abbastanza maturo (quindi più molle), sbuccciarlo e mettere la polpa nel mixer con del succo di lime, cipolla o aglio (meno) tritati, olio EVO, sale e pepe. Tagliare le zucchine a cubetti e farle saltare in padella con dell'olio e condire con del pepe nero. Infine togliere la tartare dal freezer ponendola in un piatto piano, posizionare le zucchine ed il pane carasau sopra la tartare e guarnire con la salsa all'avocado accanto.
Fotografia caricata da OIP
Dal 1991 tradizioni padane produce pasta fresca fatta a mano, inizialmente in un mercato in cui l'arte del fare pasta a mano non era ancora apprezzata del tutto. Quindi l'azienda fu una delle prime a diffondere il valore dei prodotti artigianali, esaltando ingredienti genuini e sapori tradizionali. Dal momento che l’autunno è ormai alle porte questo è il periodo ideale per le zucche mantovane. Quindi perché non cucinare un piatto di fantastici Tortelli alla zucca? Una ricetta semplice ma deliziosa per questo periodo dell’anno, per renderla migliore di quanto già non sia vi daremo degli ingredienti da aggiungere. In una pentola mettere del Burro - Az. Agricola Frascio, quando sarà sciolto aggiungere del Guanciale "Azienda Agricola Marchesini” e qualche foglia diSalvia a Foglia larga - piantina in vaso da 14 cm - Orto mio. Quando i tortellini saranno pronti unire gli ingredienti ed infine una spolverata Parmigiano Reggiano DOP e alcuni Amaretti TIPO Gavi schiacciati che si abbinano perfettamente alla zucca.
Fotografia caricata da OIP
Il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio D.o.p. - Masseria dello Sbirro è tornato disponibile da ieri, ma cosa rende questo piccolo pomodoro così speciale e diverso dalle altre varietà? Scopriamolo insieme! L'origine e la storia di questo prodotto sono antiche e testimoniate da diverse fonti letterarie. Una delle più autorevoli prove si trova nel libro "Degli ortaggi e la loro coltivazione preso la città di Napoli" pubblicato nel 1858 dallo scrittore Achille Bruni, nel quale l'autore scrive a proposito di questi pomodorini dal sapore molto intenso che si conservano fino alla primavera, a condizione che vengano legati in grappoli ed appesi per rimanere sospesi in aria. L'area di produzione del Pomodorino del Piennolo DOP include l'intero complesso vulcanico del Vesuvio, dalle appendici del vulcano fino quasi al livello del mare. Le caratteristiche del prodotto per rientrare nel disciplinare D.O.P sono: la tipica forma ovale che finisce con una punta, ma è la buccia ciò che lo differenzia maggiormente dalle altre varietà. Infatti dal momento che è molto più spessa della media, questo permette al pomodoro di conservarsi molto più a lungo, anche come conseguenza di un periodo di maturazione lungo che porta ad una maggior resistenza. Dato lo spessore della buccia questo pomodorino deve essere cucinato, perciò è l'ideale in un piatto di pasta ed in mole altre ricette Partenopee.
Fotografia caricata da OIP
Se vuoi dare una marcia in più al tuo barbecue la Fiorentina di Fassona - Macelleria Mastra Alebardi fa al caso tuo. Carne 100% Italiana di origine Piemontese viene allevata e macellata nell'allevamento della Macelleria Mastra Alebardi a Manerbio (Brescia). Le sue carni non solo tenere, magre e con pochi grassi, sono di ottima qualità nutrizionale (acidi grassi insaturi, omega-3 e omega-6) ed hanno un bassissimo livello di colesterolo , ma allo stesso tempo particolarmente gustose. Le dimensioni delle fiorentine sono eccezionali e vanno da 1,4 KG fino ai 2,6 KG La Fiorentina viene tagliata fresco al momento dell' ordine, viene posizionata sottovuoto nel momento della spedizione ,viene spedito in confezioni speciali con ghiaccio secco, garantendo freschezza e integrità. Assolutamente da cucinare sulla griglia a fiamma molto alta 6 minuti per lato ed altri 6 circa sull'osso.
Fotografia caricata da OIP
Uno dei principi della nostra filosofia aziendale è usare ciò che la natura concede senza forzarla, poiché mangiare e cucinare verdure stagionali è essenziale per avere la dieta più sana e gustosa possibile. Quindi vi daremo una ricetta di cui il protagonista è una tipica verdura estiva italiana: il fiore di zucca. Il fiore di zucca viene cucinato come delizia estiva ormai da secoli, soprattutto nelle regioni centrali e meridionali dell'Italia. Sono considerati uno dei primi street food della storia, vengono cucinati in modo diverso da regione a regione ma sempre fritti. Oggi vi daremo la nostra ricetta per dei deliziosi fiori di zucca ripieni fritti in pastella. Ingredienti: fiori di zucca; 100 g Farina biologica di grano tenero tipo “0”; 100 ml Birra Blonde Ale Tavolara - CONTE DE QUIRRA oppure acqua gassata ed un pizzico di lievito (birra ed acqua devono essere ghiacciate); 100 g Ricotta di Bufala - Caseificio Artigianale Esposito; Olio Extravergine di Oliva Bio - Adamo, Sale Marino Fine Integrale Raccolto a Spalla - Cuordisale - Salinagrande, pepe nero. Per prima cosa preparare la pastella unendo la farina alla birra (o acqua gassata e lievito) amalgamando con una frusta da cucina. Per il ripieno tagliare qualche filetto di acciuga ed amalgamare con la ricotta di bufala condendo con un filo di olio EVO e pepe nero. Riempire i fiori di zucca ed immergerli nella pastella, quindi friggerli in olio bollente, quando saranno pronti asciugarli e condire con un pizzico di sale marino.
Fotografia caricata da OIP
Se dopo qualche giorno tonno rosso fresco non è più fresco come appena arrivato ed è rimasto qualche avanzo non preoccuparti, abbiamo la ricetta che fa al caso tuo. Stiamo parlando della pasta con tonno, un piatto prettamente mediterraneo con capperi, pomodorini,mandorle e olive, questa ricetta ti riporterà ai gusti e freschezza della dieta mediterranea in una ricetta tanto semplice e veloce quanto gustosa e sana. Ingredienti: 400g di Paccheri - Pasta Bossolasco*; 200g di tonno rosso siciliano#; 200g di pomodorini #capperi siciliani salati, 3 cucchia di olive taggiasche spezzettate; mandorle siciliane tostate, olio extra vergine d'oliva italiano# e sale. Per prima cosa mettere dell'olio extra vergine d'oliva in una padella, tagliare i pomodorini a metà e iniziare a cuocerli per estrarne il succo. In seguito aggiungere il tonno rosso e dopo un minuto il resto degli ingredienti (capperi, olive e mandorle tostate) cucinandoli assieme per altri 2 minuti (non troppo altrimenti il tonno sarà stopposo). Nel frattempo far bollire i pacchetti bossolasco in acqua bollente salata per 12 minuti (guardare prima sulla confezione la cottura per ogni formato di pasta), scolare la pasta, farla saltare con gli altri ingredienti per un minuto amalgamandola bene aggiungendo l'organo e buon appetito.
Fotografia caricata da OIP
La pasta alla norma è una delle più antichi piatti di pasta Italiani, il cui nome venne dato in onore al famoso commediografo Catanese Vincenzo Bellini in occasione della prima della sua famosa opera teatrale "La Norma". Oggi vorremmo darvi una ricetta 100% Siciliana della pasta alla norma, usando una pasta di fatta di un grano antico siciliano di nome Tumminia coltivato e lavorato ad Alcamo in provincia di Trapani. Il risultato è una pasta semi integrale con un aroma unico e molte proprietà organolettiche benefiche. Ingredienti: 400g Penne Rigate di Timilia Biologica Az. Agricola Biologica Adamo - Valdibella; 500g passata di pomodoro, 200g ricotta di pecora salata stagionata, 2 melanzane medie, 2 spicchi d’aglio, basilico , olio extra vergine di oliva Siciliano, sale e pepe. Lavate e spuntate le melanzane, quindi tagliatele a fette di 4 mm di spessore in senso verticale. Ponetele in un colapasta cospargendole, strato per strato, di sale grosso, poi copritele con un piatto e sistemate al di sopra di esse un peso: lasciatele spurgare così per almeno mezz’ora. Intanto preparate la salsa di pomodoro in un tegame facendo dorare l'aglio nell'olio. Passateli al setaccio e rimettete tutto sul fuoco per fare addensare; una volta spento il fuoco, aggiungete metà delle foglie di basilico fresco. Sciacquate le melanzane sotto l'acqua corrente, poi asciugatele per bene con un canovaccio pulito e quindi ci sono 2 alternative: friggere in olio di oliva ben caldo (ricetta originale) oppure farle saltare in padella con un po' di olio (più leggera), fino a dorarle. Trasferite le melanzane su della carta assorbente da cucina per eliminare l'olio in eccesso. Mettete quindi a bollire la pasta in abbondante acqua salata. Mentre la pasta cuoce, tagliate a cubetti le melanzane fritte e trasferitele in una padella assieme a qualche cucchiaio di sugo di pomodoro. Quando la pasta sarà al dente, scolatela ed unitela al condimento in padella; fate saltare un minuto e poi servite la pasta ricoprendola con il restante sugo di pomodoro, della ricotta salata grattugiata (siate generosi), e le restanti foglie di basilico fresco .
Fotografia caricata da OIP
Italiangourmet 6-10 MAGGIO 2017 5 giorni per assaggiare i capolavori dell’Alta Cucina italiana e incontrare i grandi chef. Oltre 50 tra showcooking, presentazioni, eventi, degustazioni. Tutto il meglio dell’enogastronomia
Fotografia caricata da OIP
Pizzoccheri della valtellina Pasta della tradizione valtellinese pizzoccheri a base di farina di grano saraceno.Condito con formaggioCaserae burro un piatto della cucina povera.
Fotografia caricata da OIP

News riguardanti cucina



 L'alta cucina stellata di Carlo Cracco ha interpretato la rara qualità dei prodotti del salumificio Lovison di Spilimbergo (Pn).
L’arte antica di produrre insaccati di puro suino, utilizzando carni freschissime. Una delle caratteristiche è la lavorazione della carne “a caldo”, per un impasto più omogeneo. Fondamentali, nella filosofia Lovison, sono la filiera e la cura del maiale: «Friulani, allevati e macellati secondo le tradizioni in allevamenti che selezioniamo attentamente e che devono trovarsi a non più di 20 chilometri di distanza. Attenzione alla genetica e all’alimentazione, 365 giorni all’anno. Dieta esclusivamente a base di cereali e vegetali senza ogm. Le specialità del salumificio Lovison musetto, sopressa, salami e salsicce sono fiore all'occhiello tra le specialità del Friuli Venezia Giulia. Carlo Cracco ne ha esaltato la qualità in una cena a tema, cucinando i ravioli di musetto Lovison con mostarda di verdure, il musetto Lovison in insalata con raperonzoli e il musetto Lovison in cassoeula.

- 15/09/2016 -



I pomodori secchi sono una prelibatezza tipica della cucina contadina siciliana
La tradizione mediterranea ha poi sapientemente trasformato il pomodoro, questo ingrediente buono e sano, in un vero e proprio capolavoro culinario: i pomodori secchi. I pomodori secchi si preparano solitamente durante l’estate, l’essiccazione al sole è sicuramente uno dei più antichi metodi di conservazione. Pomodori secchi appassiti ma non induriti, dolci, salati e gradevolmente aciduli, dal gusto unico e inconfondibile. Si possono conservare per un po’ di tempo anche in frigo, per una lunga conservazione basta metterli sott'olio con aggiunta a piacere di aglio, capperi, origano e peperoncino,

- 09/07/2015 -



Corriere della Sera Cucina Regionale Sicilia Olio Extravergine di Oliva Valli Trapanesi DOP
ZONA PRODUZIONE: la Valle del Belice e la Valle di Erice, in provincia di Trapani. L’olio extravergine di oliva Valli Trapanesi è ottenuto da olive delle varietà Nocellara del Belice e Cerasuola, eventualmente completate da Ogliarola e Biancolella. La raccolta inizia in autunno. Entro due giorni dalla raccolta le olive sono frante con metodi meccanici e fisici tali da conservare il sapore originario dell’oliva. All’atto del consumo, l’olio extravergine Valli Trapanesi presenta colore verde con riflessi dorati; profuma di olive appena colte e ha note erbacee; in bocca è molto fruttato, piacevolmente ammandorlato, poco piccante. Grazie al sapore particolarmente intenso, risulta essere un valido condimento a crudo di verdure e insalate, nonché di pesce, carne e minestre rustiche.

- 21/03/2014 -

Domande su cucina

questa non' e' una domanda, devo fare un reclamo,ho aquistato ieri il cotechino fini e' lho' cucinato era salatissimo ,immangiabile tutto buttato ,e' stato soltanto bollito senza aggiungere nulla
Domanda posta da: patrizia nasini ( 08/12/2018)

prodotto di nicchia (tra i migliori in commercio)da solo o in cucina è da provare
Domanda posta da: maurizio ( 06/09/2018)

un prodotto insuperabile da tenere assolutamente in cucina per le ricette mediterranee (e non solo) un aroma e un profumo intensi
Domanda posta da: maurizio ( 06/09/2018)

sono un ristoratore faccio cucina siciliana vorrei introdurre nella mia cucina la busiata vorrei conoscere anche i vostri prezzi
CORDIALI SALUTI
Paolo paolello

Domanda posta da: paolo paolello ( 14/08/2016)

Sono palermitana ma vivo a Roma dove purtroppo non riesco mai a trovare il caciocavallo siciliano .Per intenderci quello a mattonella che fresco si puo' cucinare con pomodoro o bianco con origano .Poi esiste anche stagionato da grattuggiare.Si possono avere entrambi?
Domanda posta da: Anna Maria ( 09/01/2016)

sto cercando una pasta da cucinare con il tonno fresco quale mi consigliate
Domanda posta da: Maria ( 26/06/2015)

Buongiorno ringrazio anticipatamente per le ricette che spero mi invierete a riguardo di come cucinare e utilizzare la bottarga ricavata dal tonno pescato fresco.Grazie
Domanda posta da: ( 20/06/2014)

con che tipo di condimento è meglio cucinarli gli Scialatielli ?
Domanda posta da: clara ( 17/05/2014)

Posso trovare i vostri prodotti a Amsterdam ,mi piacerebbe una volta a settimana prndere i prodotti della mia regione ,la Sicilia e cucinarli ,ma sono difficili da reperire e On Line non ho mai fatto ordini .
Domanda posta da: Luigia ( 03/05/2014)

Salve. Ho deciso di scrivere a Voi per primi, perchè anche questa sera ho acquistato un'ottima pasta (la vostra) ma come succede nella stragrande maggioranza dei casi, nel cercare i minuti di cottura ho perso la pazienza. E' sicuramente una mancanza di attenzione verso il cliente, al quale non gliene frega niente che sia scritto il numero 119 4 volte e spaghetti in grosso, tanto la pasta nella confezione trasparente si vede benissimo com'è!
L'ho trovato finalmente, in caratteri piccolissimi e non, in qualche modo, evidenziati. Ma avete mai provato a fare un sondaggio fra chi cucina regolarmente e che non ha molto tempo da perdere? Il tempo di cottura dovrebbe essere stampato, con caratteri ben evidenziati, sul davanti, al centro, sotto il nome del formato. Se farete la domanda "qual'è la cosa più importante della scritta nella confezione della pasta?", la risposta sarà "il tempo di cottura", perchè una donna o un uomo che è impegnato oltre che alla cucina ai lavori di casa, non ha tempo da perdere.
Questa cosa è molto strana perchè molte aziende italiane prestigiose, produttrici di pasta, fanno lo stesso errore.
Saluti.

Domanda posta da: ( 02/05/2014)

Non ero molto propenso ad utilizzare in cucina l'olio aromatizzato ,ma mi hanno ragalato un vostro olio della Agriè alla menta e se ben utilizzato diventa un prodotto interessantissimo .
Ora vorrei provare e leggendo ho capito perchè è differente rispetto agli oli aromatizzati in vendita .

Domanda posta da: Silver ( 16/04/2014)

Quale riso del Principato di Lucedio è più adatto per cucinare una buona insalata di riso
Domanda posta da: Dario ( 09/04/2014)

Ci siamo già sentiti ,ho un ristorante italiano in costa azzurra e sono interessato a vari prodotti ,aprendosi la stagione estiva voglio settimanalmente fornirmi di Burrate e Mozzarelle Bufala ,che ho gia ordinato e provato ,per la cucina sono interessato ad un olio che sia possibile utilizzare nella costruzione del piatto ,ma anche sul tavolo ,in bottiglie piccole possibilmente . Un olio che si adatti ai piatti di pesce e insalate. Vi aspetto in visita. Marco
Domanda posta da: le timonier ( 13/03/2014)

ciao,come se cucina finocchi selvatici con le cotiche?
Domanda posta da: rodica ( 09/03/2014)

Port Moresby, 05 Marzo

Sono ad inviarle questa lettera dopo aver visitato il sito.
La nostra societa’ ha uffici ad Hong Kong, Shenzen, Singapore e Port Moresby, siamo importatori di prodotti alimentari di alta qualita’, stiamo cercando nuove ditte, disposte a collaborare con noi per il nuovo progetto che attueremo nella citta’ Shenzen, con l’apertura di un centro denominato “SALOTTO ITALIANO” .
Questo centro comprendera’: Supermercato (Italian Delicatessen 1.500 mq) Coffee Shop (1.500 mq)
Boutique (200 mq) Ristorante (1.500 mq) ed inoltre i nuovi uffici che comprenderanno lo Show Room, dove i grossisti Cinesi potranno visualizzare e degustare tutti i nostri prodotti Ialiani e chiaramente magazzino per lo smistamento delle merci.
SUCCESSIVAMENTE sara’ organizzata una manifestazione allo Shangrila’ di Shenzen dove potranno partecipare fino a 300 ditte, con la partecipazione della TV Cinese durante la quale le varie ditte potranno far conoscere i loro prodotti.
Successivamente verra’ aperta una scuola di cucina per e non professinisti.

Tutti i cuochi partecipanti al progetto saranno ITALIANI,
tutti dell’ Associazione Cuochi Fiorentini di Firenze.
In seguito sono previste le aperture di nuovi centri a; Shangai, Beijing, nel 2015 Singapore e Hong Kong nel 2016.

Se la vostra compagnia e’ interessata ad avere un rapporto di lavoro, puo’ rispondermi a questo
Indirizzo, anche per avere ulteriori info, ho puo’ telefonarmi al n 00675 70544961 (+ 9).


Cordiali Saluti
C.E.O.
Dr. Mauro Sieni

Domanda posta da: Dr. Mauro Sieni ( 05/03/2014)

Pasta veramente buona ,ho avuto modo di mangiarla in un ristorante bresciano cucinata con del pomodoro a pezzetti e mi hanno dato il nome dell'azienda che la produce .Che tipo di farina viene utilizzata ,e quante uova ci sono nell'impasto
Domanda posta da: Letizia ( 26/02/2014)

Che pasta si dovrebbe utilizzare con il Sugo Za Sa e ha bisogno di essere cucinato per quanto tempo .
Domanda posta da: Gloria ( 26/02/2014)

Mi consigliate un tonno da poter offrire ai miei ospiti ne avete tanti di diversi tipi io vorrei servirlo al naturale non devo usarlo in cucina .
Domanda posta da: Martina ( 02/02/2014)

Per un ristorante con cucina a base di pesce quale olio mi potete consigliare per adattabilità e rapporto qualità /prezzo.
Domanda posta da: Sandrone ( 12/01/2014)

Mi consigliate lo spaghetto ideale per cucinare carbonara, cacio e pepe .
Domanda posta da: Serena ( 08/01/2014)

La stracciatella fiordi latte pugliese si mangia solo fresca o la si può usare per cucinare.
Domanda posta da: Luisa ( 08/01/2014)

Ho acquistato il sugo al nero di seppia e questa sera vorrei cucinarlo per amici che tipo di pasta mi consigliate ed è sufficiente per condire mezzo Chilogrammo di pasta .
Domanda posta da: Marzia ( 20/11/2013)

Posso cucinare questi spaghetti per la classica ricetta cacio e pepe.
Domanda posta da: Alice ( 16/11/2013)

ai miei amici dico che il pregio dei bigoli di bassano è che si può cucinare tutto il pacchetto ,mezzo chilo,condirlo con aglio olio e peperoncino ,tanto quelli che avanzano sono buoni anche il giorno dopo,anche se vengono scaldati in padella, certi suggerimenti si potrebbe scriverli sulla scatola della confezione
Domanda posta da: carlo ( 04/11/2013)

Questo Olio Siciliano biologico si presta anche per cucinare il pesce.e condire a crudo o è troppo intenso .
Domanda posta da: Albertina ( 01/11/2013)

Quale tra i prodotti al tartufo che vendete è più adatto per cucinare le tagliatelle Caponi.
Domanda posta da: Patrizio ( 29/10/2013)

E' vero che i Maccheroncini di Campofilone possono essere cucinati anche senza farli bollire ,ho letto una ricetta di una blogger e li immergeva direttamente nel sugo.
Domanda posta da: Lauretta ( 13/10/2013)

Che pasta mi consigliate per cucinare la cacio e pepe
Domanda posta da: lisandro ( 04/10/2013)

I Filetti di tonno Stefano Rocca sono un prodotto adatto ad essere consumato solo o meglio se cucinato con piatti di pasta o sughi.
Domanda posta da: Pietro ( 30/09/2013)

Avevi ragione davvero sono le migliori Tagliatelle all'uovo mai mangiate ,valgono certamente quello che costano ,ti invierò la fotografia, delle tagliatelle ai funghi raccolti in trentino e cucinati
Domanda posta da: Mauro ( 27/09/2013)

Da parecchi anni acquisto prodotti italiani in internet ,a volte faccio buoni acquisti altre volte prendo delle grandi fregature . In qusti anni ho imparato ,per non restare fregato a comprare solo marchi che conosco ,è limitativo ,ma non deludente.
Sono pochi in verità i siti che spediscono all'estero ,ma una cosa comune a tutti è quella della doppia prezzatura ,un prezzo per l'Italia ed uno per l'estero ,questo non è corretto per chi come me ,italiano,ama la cucina italiana . Vi volevo fare i complimenti per questo motivo appunto ,aldilà dei prodotti presenti che sono tantissimi e di qualità , Il prezzo applicato è lo stesso sia in Italia che all'estero e questo va sottolineato

Domanda posta da: Stefano Rigoli ( 18/09/2013)

Visto che siete sempre molto disponibili a dare consigli, le olive piu adatte da utilizzare in cucina per sughi ,intingoli, pesce.
Domanda posta da: Andrea ( 13/09/2013)

Ho assaggiata e cucinato alla mia famiglie le linguine al nero di seppia La Campofilone, sono rimasta molto colpita dal sapore di mare che si può trovare in una pasta artigianale complimenti.
Domanda posta da: Antonina ( 27/08/2013)

Il gorgonzola dop del consorzio è piccante o dolce.Va bene per cucinare.
Domanda posta da: Antonina ( 27/08/2013)

uno dei pesti classici più buoni che abbia mangiato ,l'ho cucinato con le trenette alle vongole ,vi spedisco la ricetta . Ciao Adele
Domanda posta da: Adele77 ( 18/08/2013)

Ho preso la lenticchia di Villalba , come la posso cucinare come piatto estivo .
Domanda posta da: alessia ( 27/07/2013)

Non lo conoscevo e l'ho provata solo recentemente acquistando dal vostro sito la Pasta Masciarelli . Avevo comprato i bucatini perché il solo disponibile era il loro per quel formato .Ora ho provato anche le linguine cucinate con le vongole e il pomodorino di pachino Campisi e ho trovato che sia a livello dei migliori pastifici Italiani.
Domanda posta da: Carolina ( 19/07/2013)

Si cucinano anche in estate i ceci siciliani o sono prettamente da minestra
Domanda posta da: G.a ( 17/07/2013)

Ottime Le Pappardelle Caponi ,meglio della Pasta fresca sono ,avevi ragione Carlo,le ho cucinate con un ragù di tonno e mentuccia
Domanda posta da: Maria ( 16/07/2013)

Ho provato questo ottimo olio ,leggermente amarognolo ,ma in grado di valorizzare al meglio i piatti della cucina mediterranea .Molto meglio dell'altro olio extra vergine ligure che avevate in lista e che avevo preso precedentemente.
Domanda posta da: Giusi ( 08/07/2013)

Sugo alla Norma credo sia siciliano ,ma non so che pasta cucinare e che ingredienti contiene ,me lo consigliate ?
Domanda posta da: Alba ( 07/07/2013)

Questo trancio di prosciutto di parma può essere affettato con una affettatrice piccola la classica da cucina.
Domanda posta da: Danilo ( 22/06/2013)

Eccellente ,complimenti a voi che l'avete selezionata e all'azienda si sentono i sapori dei prodotti siciliani ed il livello è altissimo ,un sugo alla norma degno dei migliori bagli siciliani,poterlo mangiare gia pronto e abbondante ,abbiamo cucinato pasta due volte per tre persone ,è stata una vera sorpresa ,grazie per il consiglio che mi avete dato .
Domanda posta da: serana ( 13/06/2013)

Una domanda banale ,come è possibile cucinare i Bigoli de Bassan senza doverli rompere .
Domanda posta da: Laura ( 25/05/2013)

Non ho mai assaggiato ne cucinato la salsa di pomodorino cigliegino,è uguale al classico pomodoro passato.
Domanda posta da: Angio ( 23/05/2013)

Ho organizzato una cena e vorrei cucinare questi nuovi tagliolini Caponi vorrei sapere quanto rendono , quindi per 6 persone quanti devo acquistarne. il condomento ideale.
Domanda posta da: Omar ( 23/05/2013)

Che marca e che formato di pasta mi consigliate per : cacio e pepe , carbonara ,arrabbiata e amatriciana ?
I quattro piatti classici della cucina italiana

Domanda posta da: Laura ( 18/05/2013)

Mi sono arrivate venerdì ,ordinate mercoledì nel vostro sito e cucinate con N'duja ,pasta di qualità straordinaria la Caponi per me ne numero 1
Domanda posta da: maxym ( 06/05/2013)

Il riso selvatico è più adatto cucinato come un risotto ,oppure semplicemente bollito ?
Domanda posta da: pina ( 01/05/2013)

Ho letto che questa caciottina è un formaggio fresco ca in cucina come posso utilizzarlo.
Domanda posta da: Carlo ( 22/04/2013)

Entro quanti giorni va cucinata
Domanda posta da: Enrico ( 21/04/2013)

Il Bucatino è famo per fare l'Amatriciana ,ma che altro tipi di pasta posso cucinare .
Domanda posta da: ( 10/04/2013)

Il miele di acacia allo zafferano come posso utilizzarlo in cucina.
Domanda posta da: Annibale ( 06/04/2013)

È possibile usare questa oancetta ( rigatino )per cucinare gli spaghetti alla catbonare.

Domanda posta da: Renato ( 04/04/2013)

Non ho mai assaggiato la 'Nduja Bianca,è molto piccante ? nelle vostre ricette viene utilizzata come prodotto spalmabile ,ma va prima cucinata ?
Domanda posta da: Merida ( 21/03/2013)

Ho letto la ricetta ideale con le fave il pecorino ed il guanciale , io li vorei cucinare alla Carbonara con pancetta e zucchine ,si adatta come formato secondo voi o l'uovo non si amalgama bene come nel caso del pacchero liscio.

Domanda posta da: Carlà ( 17/03/2013)

Ciao.. non è la prima volta che vi scrivo e che compro i vostri prodotti.

Alla Bistecca Fiorentina non potrò resistere. Ma non ho la possibilità di cucinarla alla griglia come posso cucinarla al meglio nella mia bistecchiera ?

Domanda posta da: Luca ( 15/03/2013)

Devo organizzare un pranzo aziendale per metà maggio sul Lago di Como in un'abitazione privata.
Leggo costantemente le ricette meravigliose dei vostri Chef e mi piacerebbe in quell'occasione utilizzare i vostri prodotti e vini ed eventualmente sapere se Chef Iannaccone è disponibile a crearmi il menù cucinando per noi in quell'occasione . A fronte della sua disponibiltà eventuale potreste anche farmi un preventivo di spesa proponendomi dei menù .

Domanda posta da: Emma ( 15/03/2013)

La bottarga di tonno macinata in quale modo posso utilizzarla in cucina, è meglio già macinata o intera.
Domanda posta da: Serafino ( 28/02/2013)

Questo riso vialone nano tiene bene la cottura, è adatto a cucinare le arancine.
Domanda posta da: Antonina ( 28/02/2013)

Ho una cena ma poco tempo per cucinare, quale sugo già pronto mi consigliate con queste trenette Mancini.
Domanda posta da: Franca ( 26/02/2013)

Ho assaggiato tutti i tipi di riso del Principato di Lucedio li trovo favolosi ,non hanno niente a che vedere con quaelli che si comprano al supermercato . Non ho mai visto una vostra ricetta di questo riso integrale ,mi date una dritta su come cucinarlo al meglio.
Domanda posta da: Sabrina ( 17/02/2013)

come si cucinano i panigacci?
Domanda posta da: lorenzo ( 15/02/2013)

Mi date qualche suggerimento su come cucinare questa provola affumicata, che mangiata cruda e eccellete ma giusto per stupire i miei amici non con il solito formaggio.
Domanda posta da: ERNESTO ( 12/02/2013)

Ho assaggiato e fatto assaggiare ai miei ospiti questo Filetto di Branzino Arconatura ero abbastanza scettico, mi sono ricreduto , io per primo, abbiamo trovato unico e delicato il gusto di questo branzino cucinato al vapore , assaggerò presto anche i filetti di pescespada.
Domanda posta da: claudio ( 09/02/2013)

proprio ieri un amico ci ha cucinato i pici alla carbonara utilizzando guanciale di suino nero e rigatino di cinta senese. Le uova erano delle sue galline allevate a terra. Abbiamo bevuto Gattinara Travaglini. Vedo che sono tutti prodotti che avete anche voi: adesso provo ad ordinarveli
Domanda posta da: cesare ( 06/02/2013)

Avevate ragione la bottarga di Muggine è molto delicata e piacevole ,non invadente come gusto e adatta ad accompagnare molti piatti.
L'ho cucinata con la pasta ,con il riso e con il pane carrasau ,sopra la pizza a sopra un crostino , tra le altre cose ha un'ottima resa .volevo riordinarla e avere un paio di indicazioni su formati di pasta o pastifici adatti e anche se era meglio prendere il formato più grande o più piccolo .

Domanda posta da: Claudio ( 29/01/2013)

oggi ho cucinato scilatelli con salmone panna e pepe nero. ottimi... cosa ne dite di un sugo con salsiccia e spaccatelle??
Domanda posta da: MANU61 ( 23/01/2013)

Ho comprato questi spaghetti ,ma non pensavo fossero così lunghi ,li devo cuocere romepndoli a metà prima della cottura o c'è un modo per cucinarli interi
Domanda posta da: pina ( 18/01/2013)

Noto che cucinate spesso le salse di Casa Morana priviligiandole rispetto ad altre ,c'è un motivo particolare o è casualità ? Serena
Domanda posta da: Serena ( 11/01/2013)

Ho ordinato questo formato di pasta Riccia ,come la dovrei cucinare per gustarla al meglio .
Domanda posta da: Piera ( 02/01/2013)

Quanta bottarga di muggine macinata va utilizzata per cucinare una pasta per 4 o 5 persone


Domanda posta da: Daniela ( 01/01/2013)

Domani sera vorrei cucinare spaghetti all'astice sono più adatti spaghetti della Martelli quelli della Mancini o Gragnano in Corsa.
Domanda posta da: Fausta ( 30/12/2012)

E' adatto l'Asiago per essere cucinato alla griglia .
Domanda posta da: serena ( 23/12/2012)

Buona si,la crema di Ceci e Tartufo,io l'ho cucinata con la carne ,il filetto di maiale precisamente e una noce di burro tartufato sempre jimmy.
Domanda posta da: Piera ( 12/12/2012)

Spaghetti Martelli “Cacio e Pepe” li ho cucinati come avete descritto sono usciti benissimo, merito mio o degli ingredienti ?? Complimenti per tutte le ricette che pubblicate
Domanda posta da: Futuro Cuoco! ( 20/11/2012)

E' un bel formato di pasta ma difficile da cucinare mi sapete dire una ricetta non complicata per cucinarli ,già che ci siete mi dite anche con che vino abbianarli .
Domanda posta da: lella ( 09/11/2012)

Quale olio mi consigliate del Frantoio Franci , ho letto sulla rivista ,mi sembra Cucina Italiana, che è tra gli oleifici con riconoscimenti internazionali e che i migliori cuochi lo ritengono tra i migliori .
Domanda posta da: marisa ( 09/11/2012)

una ricetta sfiziosa x cucinare le fave '
Domanda posta da: manu ( 07/11/2012)

Ho comprato i Testaroli dal vostro sito e visto che vi dilettate nel suggerire ricette ,vorrei darvi anch'io un modo per cucinarli ,come li facciamo nella zona di Pontremoli ,al ragù di salsiccia ,sono ottimi ,perchè la loro porosità permette un perfetto assorbimento del condimento .
Domanda posta da: Silvia ( 01/11/2012)

che buona: ho assaggiato subito la busiata che mi avete spedito e la ho cucinata col pesto alla trapanese preparato da mia suocera. fantastica !
Domanda posta da: eddy ( 17/10/2012)

Un tema ricorrente oggi è : in cucina è più importante la tecnica o il prodotto ? Voi che dite.
Domanda posta da: Luana ( 14/10/2012)

Rieccomi in questo forum tornato alle mie abitudini a al mio lavoro ,dopo la breve vacanza a San Vito Lo Capo ,in occasione della splendida Festa del Cus Cus . Volevo ringraziare OIP dell 'opportunità che mi offre di scrivere e creare un Blog mio che possa raccontare per quanto il tempo a disposizione sia poco ,la mia passione per la cucina e per i prodotti di qualità . Non sono un esperto ne un sommelier ,ma sono dotato di buona attitudine e conoscenza dei prodotti che cercherò di mettere al servizio di che vorrà leggere e confrontarsi con me ,mio figlio mi aiuterà ,spero nella creazione di questo Blog .
Scriverò di ricette e di prodotti ed è su uno di questi che scriverò poche parole stasera (a proposito ,grazie per l'omaggio ), Il mezzo Prosciutto del Prosciuttificio Prolongo in San Daniele , saporito ,ma non assolutamente salato anzi dolce direi ,morbido nonostante la stagionatura di 18 mesi , il taglio verticale lo rende da subito perfetto e privo di scarto .Un prodotto eccezionale da gustare ,anche con della frutta di stagione .Devo affilare meglio la mia affettatrice ,sarà messa a dura prova.

Domanda posta da: Carlo da San Vito ( 09/10/2012)

Ho ordinato la N'duja di suino nero è meglio anche di quella di Spilinga gia ottima , io la mangio scaldata sul pane a bruschetta , oppure nella pasta mischiata al pomodoro , hai qualche suggerimento in più veloce ,non ho mai troppo tempo per cucinare.
Domanda posta da: pietro ( 08/10/2012)

Ho comprato nei giorni scorsi la Sfoglia di Campofilone e oggi ho cucinato le lasagne al pesto velocemente ,le ho bollite per un minuto e poi velocemente condite con del pesto alla genovese Arconatura acquistato sempre da voi ,un po' di besciamelle ed infornate per 25/30 minuti con spolverata di parmigiano . Sono davvero ottime per consistenza e per gusto ,direi meglio anche rispetto a quelle fatte in casa .
Domanda posta da: Dona ( 03/10/2012)

ha una ricetta per gli scialatielli una pasta che non ho mai cucinato ,anche perchè non si trova facilmente al supermercato .
Domanda posta da: wanda ( 03/10/2012)

Sono un italiano che vive in Germania ed ho un Blog di cucina , nel girare tra siti di prodotti sono incappato nel vostro sito tedesco . La traduzione è perfetta ed è la prima volta che vedo un sito in lingua tedesca così completo sia nei prodotti sia nei contenuti . Per me che curo il mio Blog come hobby ,sarebbe un piacere segnalare ai miei oltre 1600 iscritti ,il vostro sito.
E' possibile dialogare con un vostro referente commerciale per instaurare una collaborazione ?

Domanda posta da: Karl ( 02/10/2012)

lo speck è il mio salume preferito , mi sapresti indicare un paio di modi per cucinarlo ?
Domanda posta da: cluadia ( 02/10/2012)

ho un ristorante di pesce ,mi sa dire se è adatto per cucinare il pesce il Frescolio .
Domanda posta da: pescatore ( 01/10/2012)

L'asiago stagionato è un formaggio adatto per cucinare o è meglio magiarlo come fine pasto ?
Domanda posta da: maria ( 01/10/2012)

Salve vorrei acquistare del pecorino, ma qualè è il più indicato in cucina? Grazie Lina
Domanda posta da: Lina ( 28/09/2012)

Queste farine fan venire voglia di essere comprate ,anche solo per il nome ,farina gialla di Granoturco essiccato sull'aia e macinato a pietra ,l'ho ordinata per ottobre ,spero sia un buon acquisto e con cosa è preferibile cucinarla.
Domanda posta da: Katia ( 27/09/2012)

Oggi ho cucinato le lasagne con sfoglia di campo filone alla bolognese non le ho nemmeno fatte bollire davvero un altra cosa
alle solita sfoglia brilla .

Domanda posta da: Pia ( 22/09/2012)

Sono Carlo un appassionato di cucina ,come circa 20 milioni di italiani !Ieri ho assaggiato per la prima volta il famoso Ragusano che non avevo mai visto nella mia città ,ma ricordavo un servizio fatto circa 3 anni fa in televisione che lo decantava come uno dei formaggi con più storia e tradizione in Italia , è molto saporito e ho voluto renderlo meno forte al gusto ,l'ho messo sulla pentola antiaderentee fatto andare per circa un minuto per lato ,dopo averne tagliato un fettina di 8/10 cm di lunghezza per 1 cm di spessore ,circa 150 grammi , l'ho tolto e ho messo 4 gocce di numero di aceto balsamico . Veramente un piatto interessante .
Domanda posta da: Carlo ( 22/09/2012)

Sto ordinando gli Strozzapreti Campofilone e intendo cucinarli in crema di cime di broccoli e ricotta. Che vino mi consigliate di abbinare?

Domanda posta da: antonio ( 22/09/2012)

La bottarga mi piace molto , ma non potendo mangiare pasta non saprei come cucinarla .
Domanda posta da: Cristina ( 21/09/2012)

Ho finalmente assaggiato la famosa Fava larga di Leonforte , mi suonava un po' sinistro il nome , devo dire invece che è veramente particolare ,a parte la dimensione ,ma quello era scritto nel nome , è particolarmente dura ,dopo un'ora di cottura era ancora dura ,cotta , senza nessuna tendenza allo sbriciolamento tipico delle fave . Sapore dolce e delicato di frutto acerbo . L'ho cucinata saltata in padella dopo aver fatto leggermente dorare il Rigatino della Cinta di Guido con i maccheroni della pasta Martelli lasciando dell'acqua di cottura ,lho integrata con del pecorino e del pepe proseguendo la cottura per curca un minuto in padella insieme ,ultima spolverata di pecorino romano ..........ottima .
Domanda posta da: Aldo ( 21/09/2012)

Vorrei assggiare Il Riso rosso ,ma come posso cucinarlo ?
Domanda posta da: Laura ( 18/09/2012)

ho comprato le Fave larghe di Leonforte per curiosità ,ma non so come cucinarla ,mi da un suggerimento ? sonia
Domanda posta da: sonia ( 11/09/2012)

Ciao, ho comprato questo salame, ho grandi aspettative. Siccome è un regalo volevo sapere come conservarlo, credo me lo consegnerete mercoledì dovrò darlo giovedì o venerdì. Lo tengo in frigo, cantina, semplicemente in cucina ? grazie.
Domanda posta da: luca ( 04/09/2012)

sarebbe possibile collaborare con voi eventualmente come rappresentante di zona? la cucina è sempre stata il mio hobby ho 34 anni . grazieper l'eventuale risposta
Domanda posta da: claudio ( 11/06/2012)

OIP S.R.L.
La più grande boutique del cibo ITALIANO di qualità ad un prezzo equo.

MAGAZZINO
Via Nicolò Copernico 5/7
25020 Flero ( BS )
Italy
C.F./P.IVA 03443730985 - REA: BS 534780
Capitale Sociale Euro 80.400,00 Interamente versato

RECAPITI E ASSISTENZA
Tel.: +39.0303581121
Email: info@soloprodottiitaliani.it
PEC: info@pec.soloprodottiitaliani.it
Forum: Domande degli utenti

PAGINE UTILI
CONDIZIONI DI VENDITA
GDPR & COOKIE

Privacy Policy
Cookie Policy

Lingue/Languages
Lingue/Languates project OIP

Visitatori del giorno: 2086


ECOMMERCE CERTIFICATO
ECOMMERCE CERTIFICATE

E-Commerce Certificato

PAGINE CIFRATE HTTPS
ENCRYPTED HTTPS PAGES

I installed a Let's Encrypt certificate on our website

PAGAMENTI SICURI
SECURE PAYMENT METHODS

Secure Payments
Pay with PayPal

CORRIERI SPECIALIZZATI
COURIER SPECIALIZED

Currier for OIP